La comunicazione ci accompagna da quando nasciamo a quando moriamo, da quando ci svegliamo a quando andiamo a dormire, influenza in toto la nostra vita, le performance, il rapporto con gli altri, ma anche con noi stessi attraverso la comunicazione interna e spesso determina il successo o il fallimento di ogni nostra iniziativa, da un esame a scuola a un colloquio di lavoro, alla conquista del partner ideale, alla gestione di un contrasto o di un conflitto che a volte può finire in modo tragico. E questo vale soprattutto per chi ha problemi di adattamento, di lingua o di relazione. Ebbene nonostante tutto ciò NON ESISTE una materia che insegni la comunicazione efficace nelle scuole, NON esiste una facoltà universitaria apposita, ma nemmeno ESISTE come materia di studio per gli insegnanti, per i medici e le categorie che fanno parte della società civile. Chi vuole approfondirla deve pagarsela ed è anche molto onerosa. Quindi in pratica la competenza forse più importante della nostra vita NON ESISTE a livello istituzionale, didattico e accademico. E’ un enorme vuoto culturale che se colmato porterebbe ad avere enormi vantaggi alle persone e a tutta la società civile; pertanto il Progetto ripropone di colmare questo gap sociale e culturale diffondendo in modo quanto più capillare possibile la comunicazione efficace nelle scuole, tra gli insegnanti, ma anche nella società civile, tra i medici, le forze dell’ordine, i politici, gli immigrati e tutti coloro che ricoprono ruoli istituzionali dove la comunicazione efficace rappresenta un modo per migliorare la propria vita e quella degli altri. Lo scopo è quello di permettere a tutte queste persone di acquisire le seguenti competenze:

  • -  migliorare qualunque relazione tra gli individui

  • -  ottenere e diffondere consenso dagli altri nel rispetto reciproco
  • -  diminuire enormemente la conflittualità tra gli individui
  • -  capire meglio se stessi e le persone che abbiamo di fronte assumendo la capacità di assumere il punto di

    vista altrui

  • -  migliorare enormemente la propria auto-consapevolezza del come comunichiamo
  • -  creare un mondo di leader efficaci all’85% dove invece attualmente tale percentuale non supera il 15%